Cosa mangiare dopo una sbronza (e cosa evitare)

di Redazione Cdm

Cosa mangiare dopo una sbronza (e cosa evitare)

| giovedì 08 Agosto 2019 - 18:03
Cosa mangiare dopo una sbronza (e cosa evitare)

Un piccolo elenco per conservare la propria giovinezza più a lungo.

Cosa bere

Acqua. Dopo una serata passata a bere, il corpo è totalmente disidratato. Quindi l’acqua è la migliore delle soluzioni. L’ideale è bere prima di andare a letto, aiuta a prevenire il mal di testa del giorno dopo.

Succo di mela o di mirtillo. Una piccola aggiunta di zucchero ai liquidi aiuterà il corpo a ristabilirsi più in fretta.

Canarino. È la bevanda per i coinquilini più esigenti: buccia di limone e foglie di alloro in infusione. Lasciare dieci minuti a bollire e bere caldo. Perfetto per il mal di pancia.

Cosa mangiare

Uova. Niente di meglio di un bell’uovo fritto. Nutriente, un ottimo antidoto conto le tossine dell’alcol nel tuo fegato

Banane, kiwi e spinaci. Per ristabilire l’equilibrio del proprio corpo. Il potassio e il sodio contenuti in questi tre elementi aiutano l’organismo a recuperare. I più coraggiosi possono preparare un megafrullato di questi tre ingredienti, aggiungendo anche lo yogurt.

Cosa evitare

Cibi grassi. Hamburger, fritti, torte. Anche se la fame chimica incombe, questi alimenti non sono il massimo, soprattutto perché lo stomaco dopo la sbronza è molto sensibile.

Alcol. Secondo alcune leggende, la migliore medicina per il dopo sbronza è un bel bicchiere di birra fresca. E per certi versi è vero. Assumere alcol scaccia via la stanchezza e il mal di testa. Il problema è che dopo il mal di testa tornerà tutto d’un colpo, e più forte di prima.

Succo d’arancia. Il succo d’arancia è un’ottima bevanda per la mattina, un ottimo modo per iniziare la giornata. Ma quando hai fatto festa tutta la notte e il tuo stomaco è più stanco di te, assumere un frutto così acido non è il massimo. Da evitare.

Commenta

logo-img
Il Cdm è un progetto volto a sensibilizzare la società
sul dramma della convivenza fra estranei e una risorsa per aiutare tutti i coinquilini.
Tutte le storie pubblicate in questo sito sono vere. Chi le reputa assurde non ha mai avuto un coinquilino.

info@ilcoinquilinodiemme.it

Raccontaci del tuo coinquilino:



CDM fondato nel 2012
© Tutti i diritti riservati