Feste, alcol e lamette

di Redazione Cdm

Feste, alcol e lamette

| mercoledì 07 Agosto 2019 - 11:05

Arrivo al dunque: era circa l’una quando la mia coinquilina dichiara di dover andare a vomitare in bagno e mi chiede una mano. Non posso non aiutarla e l’accompagno ad abbracciare l’amico water (ho un debole per l’autoinduzione al vomito). A un certo punto la mia coinquilina, tra un conato e l’altro, inizia a piangere sostenendo che non poteva farsi vedere in quelle condizioni dal fidanzato che sarebbe arrivato a Londra tre giorni dopo. Decide quindi, di punto in bianco, di spogliarsi davanti a me, entrare nella vasca e iniziare a depilarsi la sua amica, nonostante peli non ce ne fossero, causandosi una serie di escoriazioni. Non contenta, chiede se posso analizzare lo stato del suo sedere, evidenziando nel caso l’eventuale presenza di cellulite.

Uscita dalla doccia ritorna abbracciata al WC ma immediatamente collassa. Tento di svegliarla con un po d’acqua ma subito si incazza come una iena sostenendo che le avevo versato dell’acqua nell’orecchio e ora le faceva un gran male.

Inutile dire che la serata è terminata con lei a letto abbracciata al pentolone dove avevamo cucinato la carbonara. Al suo risveglio, dopo aver sentito della sua performance della notte precedente, sostiene di non ricordarsi nulla e pensa che mi sia inventato tutto per farle uno scherzo.

Poi le ho ricordato delle escoriazioni nelle parti intime…

Commenta

logo-img
Il Cdm è un progetto volto a sensibilizzare la società
sul dramma della convivenza fra estranei e una risorsa per aiutare tutti i coinquilini.
Tutte le storie pubblicate in questo sito sono vere. Chi le reputa assurde non ha mai avuto un coinquilino.

info@ilcoinquilinodiemme.it

Raccontaci del tuo coinquilino:



CDM fondato nel 2012
© Tutti i diritti riservati